Il Fondo Familiare: una pianificazione successoria ottimale

Gloria Grigolon
Gloria Grigolon
17.3.2021
Tempo di lettura: 3'
Pianificare il patrimonio di famiglia è una responsabilità, non solo verso se stessi, ma anche nei confronti dei futuri eredi. Con Lombard International Assurance parliamo di protezione delle generazioni future
La ricerca di protezione patrimoniale familiare nasce da una serie di necessità e da un'altrettanta buona dose di esigenze, specie in una fase storica come quella di profonda incertezza che stiamo attraversando. Ad aspetti chiave quali la tutela patrimoniale, la pianificazione successoria e l'ottimizzazione fiscale si unisce un altro tema centrale: quello della riservatezza. Come unire tali aspetti in una soluzione di investimento di lungo termine?

Pianificazione familiare di lungo termine: come


Con Stefano Carpi, Branch Manager per l'Italia di Lombard International Assurance, abbiamo preso l'esempio di due coniugi residenti in Italia, over 60, con due figli adulti residenti in Italia ed un patrimonio totale di 10 milioni di euro. “Una soluzione per la tutela delle generazioni future può essere costruita sottoscrivendo due polizze vita unit linked incrociate”. La struttura sarebbe la seguente: viene stipulata una prima polizza da 5 milioni di euro, avente come contraente e come vita assicurata il capofamiglia, il Sig. Verdi, e come beneficiario della stessa la moglie, la Sig.ra Verdi. Viene contestualmente sottoscritta una seconda polizza, anch'essa da 5 milioni di euro, avente come contraente e come vita assicurata la Sig.ra Verdi, e come beneficiario il marito, il Sig. Verdi.

Una protezione per le generazioni future


“Le polizze incrociate” ha commentato Carpi “permettono una corretta e controllata pianificazione successoria. In particolare, alla morte del primo dei due coniugi, per ipotesi, il Sig. Verdi, la polizza n.1 liquida alla Sig.ra Verdi il capitale. La Sig.ra Verdi, riceve quindi le somme in esenzione da imposta di successione e potrà effettuare un versamento aggiuntivo sulla polizza n.2, modificandone i beneficiari ed inserendo i figli”.

Altri vantaggi delle polizze incrociate


I sottoscrittori delle polizze, sui quali non grava alcun obbligo dichiarativo, beneficiano del differimento dell'imposta sostitutiva sul capital gain e sull'imposta di bollo e godono dell'esenzione dall'imposta di successione. Il patrimonio di famiglia oggetto di polizza resta inoltre tutelato da possibili aggressioni terze, impignorabile e insequestrabile.

L'opzione Wealth Life Cover


Un ulteriore inserimento della protezione del capitale in caso di premorienza (opzione Wealth Life Cover) non comporta alcuna richiesta da parte della Compagnia emittente di questionari e/o esami medici. L'opzione Wealth Life Cover ha lo scopo di mitigare l'impatto dalle fluttuazioni negative di mercato, proteggendo il patrimonio da trasferire al beneficiario finale (nel caso della famiglia Verdi, i coniugi), proteggendo in tal modo il capitale iniziale versato.

Gestione delle polizze: il Fondo Familiare


Ognuna delle due polizze da €5 milioni, sottoscritte dal Sig. e dalla Sig.ra Verdi, saranno collegate ad un solo fondo interno dedicato da €10 milioni, fatto salvo un presupposto essenziale: i contraenti devono essere legati da un vincolo coniugale o familiare.

“Una pianificazione successoria condivisa strutturata in questo modo” ha sottolineato Carpi, “permette di beneficiare della semplificazione del prodotto assicurativo, di efficientare i costi di struttura e di gestione e di agevolare il gestore, che si troverà ad avere un unico fondo interno dedicato da gestire per l'intera famiglia”.

Non da meno, l'aspetto dei costi, che risultano ottimizzati grazie alla “gestione unica e aggregata degli attivi sottostanti al fondo. Una soluzione che evita di replicare la gestione per ogni singolo fondo interno dedicato collegato ad ogni singola polizza”.

Cosa vorresti fare?

X
I Cookies aiutano a migliorare l'esperienza sul sito.
Utilizzando il nostro sito, accetti le condizioni.
Consenti